aggiornato il 5 Oct 2017 alle 4:45 PM
Redazione

Redazione

agenzie di matrimonio

fare sito web Questa mattina il sindaco di Lecce Carlo Salvemini ha incontrato a Roma presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti il ministro Graziano Delrio. Sul tavolo il problema della sostenibilità del filobus leccese a fronte dei dati sullo scarso utilizzo e dei costi sostenuti ogni anno per il suo funzionamento. Il ministro ha preso atto dei numeri oggettivi e inequivocabili sulla base dei quali l'amministrazione ha inteso instaurare una interlocuzione ufficiale con l'Ente che è stato il principale finanziatore dell'opera. 

annunci gratuiti bacheca Dall'incontro è emerso che oggi è possibile per il Comune di Lecce intraprendere un percorso che porti all'interruzione dell'esercizio del servizio filoviario: una volta documentata l'insostenibilità economica dello stesso, e motivata ufficialmente l'impossibilità di renderlo sostenibile nel tempo, il filobus può essere fermato, anche a beneficio dell'investimento su linee di trasporto pubblico urbano maggiormente funzionali alle esigenze della città. Una volta interrotto l'esercizio, i mezzi possono essere messi sul mercato. 

bakeca incontri donne modena Sul piano della rimozione dell'infrastruttura – pali e fili –, che rappresenta per l'amministrazione un obiettivo di medio periodo, occorre attendere i tempi di chiusura del mutuo acceso dal Ministero per la costruzione della stessa. Fino ad allora si potrà procedere alla stima dei costi di rimozione. 

incontri a vicenza “Oggi abbiamo aperto un percorso inedito che condurrà nei prossimi anni alla graduale dismissione del filobus, una infrastruttura abnorme e costosa che non ha apportato alcun beneficio alla mobilità cittadina – dichiara il sindaco Salvemini – Per raggiungere l'obiettivo bisognerà armarsi di pazienza, del resto il problema del filobus è al centro delle cronache e dei programmi politici e amministrativi da circa vent'anni, e non possiamo aspettarci di risolverlo con un incontro di un paio d'ore. Siamo consapevoli di aver cominciato un cammino che non sarà breve, né semplice. Con scrupolo e rigore, procederemo per tappe, perseguendo l'obiettivo più generale di rendere il trasporto pubblico urbano una risorsa per tutti i cittadini”.  

donne single in chat  

incontri donne roma

donne per incontri Alba Service, entro la metà di ottobre un Tavolo in Prefettura con Provincia e Regione

chat con donne single Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil: «Bisogna ricollocare i dipendenti» 

incontri per adulti parma Un tavolo con Provincia di Lecce e Regione Puglia per discutere del futuro dei 120 lavoratori di Alba Service. Oggi i sindacati hanno chiesto con forza alla Prefettura di convocare un incontro interistituzionale entro il 16 ottobre.

donna cerca uomo messina e provincia La richiesta è giunta al prefetto dalle sigle sindacali provinciali Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil durante l’incontro di stamattina. Stamattina intorno alle 10 i lavoratori della società partecipata si sono radunati spontaneamente e pacificamente davanti all’ingresso dell’Ufficio territoriale del Governo, in via XXV Luglio. Dopo un quarto d’ora il capo di gabinetto Beatrice Mariano ha convocato i rappresentanti delle sigle sindacali provinciali Mirko Moscaggiuri (Filcams-Cgil), Carmela Tarantini (Fisascat-Cisl) e Antonella Perrone (Uiltucs-Uil).

siti incontri firenze I sindacati hanno chiesto di far transitare il servizio di manutenzione strade e scuole, ed il relativo personale attualmente per esso impiegato (circa 90 dipendenti), da Alba Service in altre società partecipate della Provincia.

chat gratuita senza registrazione Sulla questione il prefetto ha incontrato sia il presidente della Provincia sia il commissario liquidatore di Alba Service per valutare le migliori soluzioni possibili per salvaguardare i livelli occupazionali, anche attingendo ad altri ammortizzatori sociali. Un impegno che i sindacati hanno apprezzato. Le organizzazioni sindacali ora chiedono un impegno concreto della politica per trovare una soluzione occupazionale a questa vicenda che si trascina da anni.

donne a brindisi Di questo si dovrà parlare nell’incontro che il prefetto convocherà entro il 16 ottobre, anche alla luce del decreto sulle società partecipate, che prossimamente entrerà in vigore, e del discorso legato ai 30 assistenti sociali di Alba Service.

bakeca incontro adulti   Filcams - Cgil Lecce Fisascat-Cisl LecceUiltucs-Uil Lecce

conoscere donne mature Mirko Moscaggiuri Carmela Tarantini Antonella Perrone

come fare nuove amicizie  

annunci incontri catania

incontri catania donna cerca uomo “Prefetto e sindaci mantengano alta l’attenzione contro la deriva xenofoba”

siti internet fai da te Dichiarazione della segretaria generale della Cgil di Lecce, Valentina Fragassi 

annunci adulti incontri Di seguito una dichiarazione della segretaria generale della Cgil di Lecce, Valentina Fragassi, sulla scritta di matrice neonazista apparsa stamane a Maglie, di fronte ad un centro migranti.

cassa risparmio di forli «La scritta comparsa stamattina davanti al Centro migranti di Maglie, in via San Domenico Savio, è un’offesa alla storia ed all’identità del nostro Paese. La Cgil è da sempre un sindacato antifascista e condanna qualsiasi espressione che inneggi, ricordi o che semplicemente si riferisca ad una pagina tragica della libertà e dei diritti dei cittadini italiani ed europei.

migliori siti web Scrivere “Arbeit Macht Frei”  (in italiano, “Il lavoro rende liberi”, come recitava l’insegna installata all’ingresso dei campi di concentramento nazisti, in particolare ad Auschwitz) all’esterno di un centro migranti evoca un periodo della storia in cui dietro alla parola “lavoro” si nascondevano progetti di annientamento psicologico, fisico e morale di un popolo. Una connotazione beffarda e minacciosa che riecheggia nella scritta degli sconsiderati che hanno lasciato il graffito a Maglie: anche qui il “lavoro” sembra sventolato - sotto gli occhi di persone che lasciano le proprie case, la propria famiglia e la propria nazione - come fosse un miraggio di libertà e non effettivo strumento di emancipazione dell’uomo.

incontri per adulti arezzo In attesa dell’approvazione della legge contro la propaganda di immagini e contenuti del partito fascista o del partito nazionalsocialista tedesco oggi in discussione al Parlamento, chiedo alle istituzioni, al prefetto e ai sindaci, di mantenere altissima l’attenzione contro queste manifestazioni pubbliche di una deriva xenofoba che non appartiene alla cultura di una terra, il Salento, da sempre tollerante e aperta all’accoglienza».

chat di ragazze Cgil Lecce

annunci personali monza  

costruire siti internet

nuovo sito incontri << L’UPI Puglia e la Provincia di Lecce sostengono la mobilitazione di domani e lo sciopero a tutela della sopravvivenza stessa degli enti provinciali, indetto in tutta Italia.

siti di hotel E’ una iniziativa rivolta al Parlamento e al Governo perché tengano conto in sede di redazione della Legge di Stabilità 2018 della gravissima situazione finanziaria in cui versano le amministrazioni provinciali, non più in condizione di garantire non solo le funzioni fondamentali ad esse assegnate, ma anche gli stessi stipendi al personale interno.

app x incontri Di fatto la mobilitazione di domani è solo la richiesta della restituzione di un maltolto: lo Stato ha sin qui trattenuto somme non sue, sottraendole alle province e derivanti dalla loro autonomia impositiva tributaria, garantita dall’articolo 119 della Costituzione.

incontri adulti ravenna Basterebbe restituire alle province le loro entrate tributarie per evitare il naufragio finanziario che le attende. Un passo che Parlamento e Governo devono fare necessariamente.

kijiji annunci incontri Con la prossima Legge di Stabilità l’esecutivo, Camera e Senato hanno la possibilità di salvare le province, i loro servizi e i loro dipendenti. Diversamente, lo stallo finanziario sarà inevitabile >> .

chat con registrazione Antonio Gabellone

incontri donne a vicenza Presidente UPI Puglia

donne single a roma